LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

Tag: cina

Le buone notizie del 2018

Le buone notizie del 2018

News
“La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali” – Mahatma Gandhi Le notizie che ci giungono sono sempre delle più nere e tristi: animali in pericolo d’estinzione, deforestazione, surriscaldamento globale, scioglimento dei ghiacciai, oceani pieni di plastica. Eppure, per una volta, cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno, anziché mezzo vuoto. Dove da una parte ci sono bracconieri, opportunisti e persone senza scrupolo, dall’altra c’è chi ogni giorno lotta per un mondo migliore. All’inizio di ogni anno nuovo si tirano le somme dell’anno appena concluso. Questa volta le somme le tiriamo in positivo, ecco le buone notizie che hanno accompagnato il 2018. Il divieto sul commercio d’avorio in Cina Una tra le più grandi atroci
Dopo decenni il panda gigante è fuori dalla lista di estinzione

Dopo decenni il panda gigante è fuori dalla lista di estinzione

News
Gli sforzi per salvare il panda gigante, che è stato per mezzo secolo un simbolo in tutto il mondo della conservazione delle specie, sono stati ripagati: l'International Union for Conservation of Nature (IUCN) organizzazione non governativa internazionale con sede in Svizzera ha dichiarato che questo mammifero iconico non è più a rischio di estinzione. La missione dell'IUCN è quella di persuadere, incoraggiare ed assistere le società di tutto il mondo nel conservare l'integrità e la diversità della natura e nell'assicurare che qualsiasi utilizzo delle risorse naturali sia equo ed ecologicamente sostenibile. IUCN ha deciso di riclassificare la specie dei panda, togliendola dalla lista degli animali a rischio d’estinzione e aggiornandola allo status di “vulnerabile”. Tutto merito degl
Ogni anno in Asia uccisi 30 milioni  di cani: «stop alla barbarie»

Ogni anno in Asia uccisi 30 milioni di cani: «stop alla barbarie»

Cani, News
Si rinnova anche nel 2016 la tradizione del festival in Cina. Interrogazione parlamentare di Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli animali e dell’ambiente, alleata di World Dog Alliance ROMA - «Impegni decisi per stroncare il mercato della carne in Cina e nel Sudest asiatico». Lo chiede al governo Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli animali e dell’ambiente, alleata di World Dog Alliance, una delle maggiori associazioni no profit che si batte contro lo sterminio degli animali da compagnia finalizzato al consumo alimentare. Fa da sostegno all’iniziativa della deputata un video con riprese raccapriccianti dove viene mostrato il calvario dei quadrupedi destinati a finire a pezzi sul banco del mercato. I v