giovedì, Marzo 4LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

Autore: Felix

C’è una leggenda dietro la M sulla fronte dei gatti

C’è una leggenda dietro la M sulla fronte dei gatti

Gatti
Avete mai notato che alcuni gatti, soprattutto quelli con il manto (o una parte di esso) tigrato, hanno sulla fonte una M. Se ci iniziate a fare caso scoprirete che sono davvero moltissimi. È genetica? Dipende dalla razza? È solo un caso? Oggi scopriremo che esiste una leggenda dietro a quella M sulla fronte dei gatti. Anzi più di una! Pronti a scoprirle? La leggenda della M sulla fronte dei gatti nel mondo cattolico Iniziamo da una leggenda, per così dire, nostrana. Nel mondo cattolico c’è una dolce leggenda riguardo alla M sulla fronte dei gatti. Per conoscerla dobbiamo tornare indietro di più di 2000 anni, al primo Natale della storia, alla nascita di Gesù Bambino. Ci troviamo nella grotta, con Maria, Giuseppe, il bambinello, il bue, l’asinello e un gatto. Ah, non lo sapevat...
Il ritorno dei First Dogs: i cani di Joe Biden

Il ritorno dei First Dogs: i cani di Joe Biden

Cani
Lo scorso 20 gennaio 2020 Joe Biden si è finalmente insediato alla Casa Bianca, come nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. Insieme a lui i suoi due pastori tedeschi: Champ e Major. Così facendo tornano gli animali da compagnia nella residenza, proseguendo una tradizione che era stata interrotta nel corso dell’amministrazione di Donald Trump. Tornano i first dogs alla Casa Bianca, conosciamoli insieme. Chi sono Champ e Major, i cani di Joe Biden, nuovi first dogs Champ e Major sono, ora, ufficialmente due nuovi inquilini della Casa Bianca. Durante la campagna elettorale Biden lo aveva promesso: “Riportiamo i cani alla Casa Bianca”. Champ fa parte della famiglia Biden dal 2008. Il primo pastore tedesco del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America arrivò in famiglia poche...
Chi sono i veri gatti delle nevi

Chi sono i veri gatti delle nevi

Gatti
Il web ne è pieno, di foto con bellissimi gatti circondati dalla neve. Sono maestosi, fieri, super pelosi e sembrano non soffrire minimamente il freddo. E poi c’è il mio gatto d’appartamento, che alla prima spruzzata di neve poggia una zampetta nel soffice manto bianco e scappa dentro casa sotto le coperte. Eppure anche lui sembra essere maestoso, fiero e super peloso, quando è dentro casa al calduccio. Quindi, chi sono i veri gatti delle nevi e come si comportano nella loro quotidianità, al freddo? Gatti delle nevi: il Norvegese delle foreste Come si può facilmente intuire dal nome, il Norvegese delle foreste, viene da un paese nordico, la Norvegia, appunto, è quindi per lui il freddo, il gelo e la neve, sono assolutamente normali. Il Norvegese è una razza dal pelo lungo. Il suo ...
I gatti sanno imitare gli esseri umani?

I gatti sanno imitare gli esseri umani?

Gatti
Mi è sembrato di vedere il mio gatto imitare i miei movimenti e le mie espressioni. È possibile? L’esperimento di un’addestratrice cinofila, condotto sulla sua gatta, dice che si, i gatti sanno imitare gli esseri umani. Ma è un solo uno strano caso isolato? Scopriamo insieme l’esperimento e cosa ne pensano gli esperti. La capacità animale di imitare gli esseri umani I cani sanno imitare i propri padroni a comando. Anche i pappagalli possono imitare gli esseri umani, in un modo così affascinante e incredibile che ancora oggi ne rimaniamo esterrefatti. Ma nessuno, fino ad oggi, aveva mai visto un gatto imitare gli esseri umani. “Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito, il cane guarda il saggio con aria adorante e il gatto guarda altrove, disinteressato”. Si potrebbe pe...
Attenzione a stella di Natale e vischio: sono tossici per cani e gatti

Attenzione a stella di Natale e vischio: sono tossici per cani e gatti

Veterinaria
Arriva il Natale e cosa c’è di più bello di addobbare tutta casa. Montare l’albero, il presepe, tirare fuori i copritavolo natalizi e appendere le lucine. Certo, chi ha un cane o un gatto sa che ciò può trasformarsi in un enorme parco giochi. E anche se ogni sera torni a casa e trovi l’albero “svenuto”, poco importa. È Natale e l’amore in famiglia è più vivo che mai. Dobbiamo però fare molta attenzione, perché alcune volte le decorazioni possono diventare pericolose per i nostri amici a quattro zampe. È il caso delle piante ornamentali che spesso si regalano in questo periodo dell’anno, e che vengono utilizzate per abbellire la casa. Stella di Natale e vischio sono tossici per cani e gatti. Ma non solo. Anche altre piante natalizi fanno parte della lista nera perché a rischio avvelenamento...
Animali considerati estinti e riapparsi dopo anni

Animali considerati estinti e riapparsi dopo anni

News
Troppo spesso sentiamo notizie di animali estinti o in via d’estinzione. Solo nel corso dell’ultimo decennio sono state dichiarate estinte ben 160 specie animali. Ma è un altro il dato che fa rabbrividire: circa il 99% delle specie che hanno abitato il pianeta terra sono ormai estinte. L’estinzione, purtroppo, fa parte del normale ciclo della vita su un pianeta. Ci sono specie (animali e vegetali) che riescono ad adattarsi e a sopravvivere e altri no. E poi ci sono quelle che devono farsi da parte per far posta alle generazioni future. Eppure ultimamente si sente spesso di specie estinte per mano (diretta o indiretta) dell’uomo, ed è proprio questo che ci mette più tristezza. Eppure nel bel mezzo di tutta questa tristezza, ci sono storie che ci fanno sperare e ci strappano un sorriso...
La nascita delle tartarughe dopo il lockdown

La nascita delle tartarughe dopo il lockdown

News
Abbiamo scoperto paure che non conoscevamo, la paura nel prossimo, la paura di un abbraccio, di una stretta di mano. Abbiamo trovato un modo nuovo di vivere e bene o male ci siamo saputi adattare. Perché è così che fanno gli esseri umani, come tutti gli esseri viventi, si adattano, per sopravvivere sempre. E come molti animali si erano adattati a stare alla larga dagli esseri umani, con il lockdown hanno riassaporato il piacere di vivere quegli spazi. Avevamo già visto come gli animali si erano rimpossessati di molti spazi urbani in un precedente articolo. Oggi vediamo un altro bellissimo e incredibile fenomeno: la nascita delle tartarughe dopo il lockdown. La nidificazione delle tartarughe in Italia Quelle che vediamo (per chi ha avuto il piacere di vederle) nuotare nei nostri mari o di...
I cani che fiutano il Covid

I cani che fiutano il Covid

Cani
Immaginate di dover affrontare un viaggio aereo in questo periodo, qualsiasi sia il motivo, di lavoro, famigliare o per semplice piacere. Certo l’iter al quale siamo sottoposti ci fa passare la voglia di affrontare questo viaggio. Le misure anti-Covid sono importantissime e fondamentali per contrastare la pandemia, ma anche estenuanti. E dopo un viaggio ai limiti dell’immaginazione atterriamo e ad attenderci c’è il famigerato tampone. O forse no, a Helsinki, in Finlandia, ad attendere i passeggeri c’è un test rapido molto più piacevole: un gruppo di quattro cani che fiutano il Covid. Ma davvero i cani possono sentire la malattia? E che odore ha l’infezione da SARS-CoV-2 che ha messo il mondo in ginocchio? L’esperimento finlandese I quattro cani impiegati all’aeroporto di Helsinki, in Fin...
Non si gioca con gli animali marini

Non si gioca con gli animali marini

News
Insegnereste mai ai vostri figli l’arte della tortura? Gli insegnereste a chiudere un essere vivente dentro un tegame d’acqua bollente? O ad amputargli gli arti? E allora perché li lasciate giocare con gli animali marini? Tutti i granchi finiti nei secchielli, sballottolati con le palette. I pesci finiti nei retini e poi rigettati, lasciati al loro atroce destino. Le meduse punzecchiate e fatte rimbalzare da un bambino all’altro come una pallina. Giocare con gli animali marini è una tortura bella e buona, ma anche un reato. Perciò insegniamo sin dalla più tenere età ai nostri bambini a rispettare il mare e tutti i suoi abitanti. Non si gioca con gli animali! Lo dice anche la legge Il “gioco” perpetuato da molti bambini e assecondato dai genitori, se non insegnato direttamente da essi,...
Le gravidanze dei mammiferi

Le gravidanze dei mammiferi

News
Non lamentiamoci per i nostri lunghi e sofferti nove mesi di gravidanza, ci sono mammiferi la cui gestazione ci fa venire il capogiro al solo pensiero. La classe animale dei mammiferi è così immensa, varia, diversificata per tipologia, grandezza, habitat naturali. I mammiferi nella loro magnificenza sono una classe dall’amore materno incondizionato. Sin dai primi istanti la mamma mammifero si prende instancabilmente cura del proprio cucciolo, giorno e notte, lo nutre, lo coccola, lo trasporta, lo protegge, fino a quando non arriverà il giorno di poterlo vedere negli occhi. Ma le gravidanze dei mammiferi sono così diverse tra loro, pensare che possono variare da pochi giorni a diversi anni! Piccoli mammiferi gravidanze brevi, grandi mammiferi gravidanze lunghe Non è poi così difficile int...