LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

News

I gatti hanno paura dell’acqua, o forse no?

I gatti hanno paura dell’acqua, o forse no?

Gatti
Una delle più grandi caratteristiche, conosciuta da tutti anche dai meno esperti in fatto di felini, è che i gatti hanno paura dell’acqua. Ma è davvero così? In linea di massima si sa i gatti fuggono dall’acqua, ma di tanto in tanto scoviamo qualche esemplare che, al contrario, la adora. È solo un bizzarro caso isolato o c’è qualcosa che non conosciamo di questo particolare lato felino? Perché la maggior parte dei gatti ha paura dell’acqua? E perché alcuni si distinguono fortemente proprio in questo aspetto dagli altri simili? Perché i gatti hanno paura dell’acqua? Iniziamo con una rivelazione forse sconosciuta ai più: i gatti, come tutti i felini, sanno nuotare, e anche bene! Allora perché hanno paura dell’acqua? La risposta sta nel pelo. Mentre molti altri animali che passano gran p
Le paure dei gatti: quali sono e come aiutarli?

Le paure dei gatti: quali sono e come aiutarli?

Gatti
È difficile capire quando e quali sono le paure del gatto, perché è nella sua natura essere in un costante stato di vigilanza, sempre con un orecchio teso ad ascoltare ogni minimo rumore, sempre pronto a saltare al minimo segnale. In casa lo vediamo rilassato, come assopito in un sonno profondo, ma in realtà è nella loro natura essere sempre vigili, pronti a scappare, cacciare, a vivere in branco. Sono un piccolo felino in miniatura che niente hanno da invidiare ai cugini più grandi. Perciò anche se ci può sembrare che hanno paura di tutto in realtà potremmo anche confondere la paura con lo stato di allerta. Ma allora di cosa hanno davvero paura i gatti? Ovviamente dipende anche dal carattere, da micio a micio. C’è chi è più fifone e chi più spavaldo. Ma, in linea di massima, ci s
Animali domestici in ufficio

Animali domestici in ufficio

News
I nostri animali domestici piccoli o grandi che siano ci mettono di buon umore, riescono a disintegrare le avversità e a liberarci la mente dalle preoccupazioni. Non solo favoriscono le relazioni interpersonali e, incredibilmente, aumentano la nostra produttività considerevolmente. Di tutto ciò se ne stanno accorgendo anche le aziende ed è proprio per questo che fioccano gli uffici pet friendly. Quali sono i benefici di avere i propri animali domestici in ufficio? E quali sono le aziende che già adottano la politica pet friendly? I benefici di cani e gatti in azienda I benefici sono davvero innumerevoli. Un cane porta empatia e favorisce il lavoro di squadra, mentre i gatti riducono il livello di stress e creano un clima rilassato e armonico. Inoltre pensiamo anche alle pause. In
10 cose da sapere per un’estate a quattro zampe

10 cose da sapere per un’estate a quattro zampe

News
Nonostante noi sappiamo regolarci affrontare le più calde giornate estive è un supplizio per tutti, ma come noi tutti gli esseri viventi cercano di adattarsi bene o male all’afa e il caldo eccessivo. Per i nostri amici a quattro zampe, tuttavia, dobbiamo ricordare di pensarci noi, perché, ovviamente, non saranno in grado di comunicarci alcun disturbo, qualora sentissero l’esigenza di qualcosa. Ma niente paura, bastano pochi accorgimenti per passare un’estate serena a quattro zampe. L’asfalto è rovente Questa è una delle cose a cui noi non pensiamo quasi mai. E non è perché non teniamo alla salute del nostro amico peloso, ma semplicemente perché, essendo muniti di scarpe, talvolta ci dimentichiamo di quanto rovente possa diventare l’asfalto. Dobbiamo, tuttavia, prestare particolare attenz
Colpo di calore del cane: prevenirlo e curarlo

Colpo di calore del cane: prevenirlo e curarlo

Cani
L’estate è una stagione bellissima, anche per chi vive una vita a quattro zampe. Lunghe passeggiate con il fresco della mattina presto, al tramonto o anche quando il sole è già calato e possiamo finalmente goderci l’aria aperta senza troppa afa. Pomeriggi al parco, sotto l’ombra di un albero, in spiaggia o in montagna. Tuffi in piscina o al mare. Tutto fantastico e i nostri amici pelosi adoreranno questa stagione dell’anno. Ma non dobbiamo mai dimenticarci dei rischi che corriamo se non stiamo attenti al sole cocente. Il colpo di calore del cane è purtroppo molto frequente. Ma è sufficiente seguire qualche piccola indicazione per passare un’estate serena. Alla fine niente di troppo diverso dalle stesse regole che dovremmo seguire anche noi esseri umani: non uscire nelle ore più calde, n
Gli animali di Chernobyl

Gli animali di Chernobyl

News
Era notte quel 26 Aprile del 1986, quando nella centrale nucleare di Chernobyl avvenne un incidente, inizialmente sottovalutato, che risultò essere il disastro più grave mai verificatosi nell’era del nucleare. Una nuvola di materiale radioattivo fuoriuscì dal reattore contaminando la città vicina, ma non solo. Le nubi radioattive arrivarono in Finlandia, Scandinavia, Italia, Francia, Germania, Svizzera, Austria e tutta la zona balcanica. Se i morti accertati nei primi giorni del disastro furono solamente 65, nei mesi successivi si registrarono oltre 4000 casi di tumore nella sola zona di Chernobyl, ma il disastro toccò tutta l’Europa. Negli anni seguenti, fino ancora ad oggi, si contano tra i 60 000 ai 6.000.000 di casi di decesso per tumori riconducibili al disastro del 1986. Il dis
Il canto delle balene nelle registrazioni di Pattern Radio

Il canto delle balene nelle registrazioni di Pattern Radio

News
Pattern Radio: Whale Song è il sito web che ti permette di ascoltare oltre otto mila ore di canto delle balene. La sua realizzazione è stata possibile grazie a Google, in collaborazione con il NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration). I ricercatori oceanografici hanno messo a disposizione la loro esperienza, mentre la compagnia tecnologia una speciale intelligenza artificiale. Il canto delle balene Iniziamo col capire di cosa stiamo parlando: il canto delle balene. È dagli anni sessanta che siamo a conoscenza del fatto che le balene cantino e che il loro canto muta nel tempo. Ma perché cantano e quale sia il loro utilizzo è ancora ignoto. La scoperta che quelli emessi dalle balene non erano soli e semplici suoni, ma veri e propri canti, lasciò tutti sbalorditi. Il
Quali sono gli animali più intelligenti

Quali sono gli animali più intelligenti

News
L’animale più intelligente del mondo è l’uomo, ma chi viene subito dopo di noi? Sono in molti quelli considerati intelligenti, sia che nuotano o volano, che camminano a quattro o a due zampe. Ma tra tutti quanti quali sono gli animali più intelligenti? Delfino Subito dopo l’uomo ci sono i delfini, i quali possiedono il cervello più grande di tutto il regno animale. Si ritiene che le capacità cognitive dei delfini siano pari a quelle di un bambino di tre anni. La loro società è caratterizzata da un complesso sistema comunicativo che gli permette di parlare tra di loro ma anche con altre specie animali. Inoltre, i delfini hanno imparato a convivere, socializzare, apprendere e comunicare con l’uomo. Infine, hanno brillantemente passato la prova dello specchio e hanno, perciò, consape
I marchi che hanno detto no alle pellicce

I marchi che hanno detto no alle pellicce

News
Per molti anni le pellicce sono state un gettonatissimo oggetto di moda, indispensabile per arricchire i grandi marchi. Tuttavia negli ultimi anni si sta sviluppando nel mondo intero una maggiore consapevolezza e i marchi fur free stanno diventando tantissimi. Lo sfruttamento degli animali I diritti degli animali è un tema scottante da anni. Se da una parte c’è chi chiede a gran voce di chiudere gli allevamenti e di rispettare ogni essere vivente, dall’altra c’è chi non vuole rinunciare all’incredibile risvolto economico che c’è dietro a tutto questo. Per molti anni il rapporto tra noi e gli altri esseri viventi del pianeta è stato dominato dal loro sfruttamento, per sopperire ai nostri bisogni personali, non solo alimentari. Eppure tutto ciò sta cambiando. In molti iniziano a chieder
Il dramma dei capodogli spiaggiati in Sicilia

Il dramma dei capodogli spiaggiati in Sicilia

News
Sono diversi giorni che si leggono o si sentono notizie in merito alla moria di capodogli in Sicilia. Al 21 Maggio, appena una settimana fa, si parlava di sei esemplari, trovati morti sulle spiagge italiane. Ma nell’ultima settimana c’è stato un progressivo e drastico aumento dei casi. Nell’ultima settimana sono stati cinque i casi di capodogli ritrovati senza vita sulle spiagge o al largo. Ma cosa sta succedendo? I cetacei nel Mediterraneo Prendendo in considerazione tutta la macrocategoria dei cetacei non sembra che la moria dei capodogli sia così grave. Secondo i dati dei ricercatori del Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione dell’Università degli Studi di Padova, infatti, sulle spiagge italiane si spiaggiano ogni anno circa 150/160 cetacei, tra cui i capodogli. Lo s