LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

Quali sono gli animali più intelligenti

L’animale più intelligente del mondo è l’uomo, ma chi viene subito dopo di noi? Sono in molti quelli considerati intelligenti, sia che nuotano o volano, che camminano a quattro o a due zampe. Ma tra tutti quanti quali sono gli animali più intelligenti?

Delfino

Subito dopo l’uomo ci sono i delfini, i quali possiedono il cervello più grande di tutto il regno animale. Si ritiene che le capacità cognitive dei delfini siano pari a quelle di un bambino di tre anni. La loro società è caratterizzata da un complesso sistema comunicativo che gli permette di parlare tra di loro ma anche con altre specie animali.

Delfino
Delfino

Inoltre, i delfini hanno imparato a convivere, socializzare, apprendere e comunicare con l’uomo. Infine, hanno brillantemente passato la prova dello specchio e hanno, perciò, consapevolezza di sé stessi.

Scimpanzé

Ovviamente i primati ricoprono un posto speciale nella classifica degli animali più intelligenti del mondo. A differenza delle altre famiglie animali la cui intelligenza è estremamente diversa da quella umana, i comportamenti degli scimpanzé, così come degli altri primati sono molto simili ai nostri. Gli scimpanzé, infatti, utilizzano una serie di utensili, come rametti o pietre per procurarsi il cibo o scacciare eventuali pericoli.

Scimpanzé
Scimpanzé

Negli anni si è testata la loro intelligenza, cercando di umanizzarla il più possibile. Alcuni esemplari, infatti, hanno imparato a compiere diverse azioni al computer.

Il loro linguaggio è altresì complesso e caratterizzato da un’altissima percentuale gestuale, fino ad arrivare agli esemplari che più sono stati a contatto con l’uomo, che sono arrivati ad apprendere fino a 1000 gesti del linguaggio dei segni.

Gli scimpanzé competono per il primo posto assieme ai delfini.

Maiale

Quando pensiamo al maiale non lo immaginiamo come uno degli animali più intelligenti del mondo, ma ci sbagliamo. Le capacità di apprendimento dei maiali sono davvero notevoli. Non solo sanno riconoscere se stessi nello specchio, ma sono anche in grado, attraverso esso, di trovare del cibo. Inoltre è stato osservato che sanno ingannare i loro stessi simili per ricevere una maggiore quantità di cibo.

Maiale
Maiale

Pappagallo

Che dire, i pappagalli sanno parlare, ma si sa ripetono solamente i suoni che ascoltano, o forse no? Nel mondo dei volatili non ha rivali in fatto d’intelligenza, ma non se la cava male nemmeno al cospetto degli altri. Ha una memoria incredibile e abbiamo appreso negli anni che non ripetono solamente parole a caso, ma alcuni esemplari, opportunamente istruiti, sanno esattamente cosa vogliono dire e in che momento farlo.

Pappagallo
Pappagallo

Piovra

Nelle profondità dei mari il cervellone per eccellenza è la piovra. Sa usare con grandissima maestria i suoi lunghi tentacoli, per scovare le prede nei posti più impensabili e per sfuggire ai pericoli. Non è affatto semplice, ad esempio, trattenerlo a bordo di un peschereccio, riesce a trovare ogni più piccolo pertugio. E posto di fronte a enigmi e trabocchetti riesce a risolverli brillantemente per acciuffare la preda. La sua intelligenza è stata ampiamente testata ed è stato visto aprire barattoli, uscire da labirinti e a, addirittura, realizzare costruzioni lego.

Piovra
Piovra

Cani

Arriviamo al migliore amico dell’uomo. Il punto di forza dei cani è la loro capacità di apprendimento. Non impiegano molto tempo, infatti, a capire cosa l’uomo voglia insegnare loro. L’empatia che riesce a instaurare con l’uomo è senza dubbio unica nel mondo animale e questo gli permette di svolgere numerosi lavori al fianco della razza predominante.

Cane
Cane

Gatti

Infine troviamo un altro tra gli animali più cari all’uomo, i gatti. Questi piccoli felini, infatti, sono estremamente intelligenti, ma, a differenza dei cani non lo faranno per noi, ma solo per un tornaconto personale. Possiamo, infatti, porgli davanti una serie di ostacoli e trabocchetti e il gatto li supererà brillantemente, ma solo se alla fine del percorso c’è qualcosa che vuole lui, altrimenti potrà anche appisolarsi fino a quando non ha voglia di fare altro.

Gatto
Gatto