venerdì, Giugno 21LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

Gatti siamesi e loro esigenze

Dona una condivisione

Avete presente i gatti siamesi? Ne avete già uno che gira per casa o state pensando di prenderne uno? Vediamo insieme quali sono le loro caratteristiche ed esigenze primarie. In questo articolo a loro dedicato parleremo anche della loro origine, di cosa mangiano e di come devono essere curati.

Gatti siamesi: origini e curiosità

I gatti siamesi sono una razza felina sofisticata e delegante. Hanno il pelo corto (oppure non hanno pelo) e prendono il loro nome dalla regione del Siam, altrimenti detta Thailandia, da cui hanno origine.

Questo felino è di una bellezza straordinaria e misteriosa. Tante sono le curiosità che girano sul suo conto; una tra tutte è che si tratti di una delle razze di gatto domestico più antica al mondo. In questo articolo scopriremo il loro carattere, la loro storia, che cosa mangiano e come devono essere curati.

gatti siamesi e loro esigenze
Che tipo di felino sono i gatti siamesi? Scopriamolo insieme in questo nostro articolo di oggi.

Non solo. Avremo modo anche di scoprire da cosa è determinata la colorazione del loro mantello e la loro genetica. Scopriremo insieme anche alcune particolarità; la più stravagante, che acquisiscono la temperatura dell’ambiente che li circonda.

Carattere e personalità

I gatti siamesi sono degli animali domestici dal carattere particolarmente affabile tanto che sono tra le razze di gatto più amata del mondo. Sono affettuosi, dolcissimi, allegri e molto dinamici. Adorano stare in compagnia e sviluppano in pochissimo tempo un forte senso di attaccamento nei confronti dei padroni.

Sono gatti ti amano stare con i bambini: riescono a gestire perfettamente i momenti di gioco e o quelli di relax. Hanno un solo difetto (se così si può dire): diventeranno la vostra ombra e vi seguiranno in giro per casa supervisionando ogni vostra mossa.

gatti siamesi e loro esigenze
Il siamese è un tipo di gatto che può anche non avere pelo

Sono gatti che adorano i giocattoli; quindi se decidete di prenderne uno ricordatevi di accoglierlo in un ambiente ricco di divertimenti. Infatti, sono bestiole che hanno bisogno di stimolare continuamente la propria mente con giochi di intelligenza: gli piacciono tantissimo i puzzle e gli alberi tira graffi su cui arrampicarsi.

I gatti siamesi sono simili al cane

I gatti siamesi sono molto simili ai cani. Sono sempre pronti ad imparare nuovi comandi e possono addirittura essere portati fuori al guinzaglio. Non a caso e molti negozi di animali sono presenti prodotti di guinzaglieria per gatti pensati proprio per loro.

La loro storia e antica: nascono nell’antica regione del Siam – oggi definita Thailandia – e sono gatti che sin da subito si sono distinti per la loro bellezza estetica. Questo è un altro fattore che li rende molto simili al cane. Sono particolari e si distinguono perché hanno un manto chiaro, zampe, orecchie e coda nere (o color carne nel caso della razza senza pelo).

Da sempre hanno abitato palazzi e templi, dove si sono aggirati per secoli con grande leggiadria e disinvoltura. All’inizio del 1900 vennero poi importati nel Nord America da Gran Bretagna, Francia e Giappone, come animale di lusso da poter sfoggiare con gli ospiti.

Sono famosi

Aldilà della loro storia secolare o della loro indiscussa bellezza, i gatti siamesi sono molto famosi anche grazie ai cartoni animati che hanno acceso su di loro i riflettori e li hanno trasformati in veri propri VIP.

Tutti si ricorderanno sicuramente i gatti siamesi, intelligenti e dispettosi, comparsi nella storia di “Lilli e il vagabondo”. Ho ancora lo scatenato gatto sia mese della banda dei randagi né “Gli Aristogatti”.

Proprio grazie alla sua grande fama, il gatto sia mese è una delle razze più popolari riconosciute anche dalla Cat Fanciers Association.

Caratteristiche fisiche dei gatti siamesi

I gatti siamesi hanno tratti orientali dovuti alle loro origini. Hanno occhi azzurrissimi a mandorla e sono gatti di taglia media.la femmina di questo esemplare può arrivare massimo a pesare sui 4 kg mentre il maschio non supera mai cinque.

Sono slanciati e al tempo stesso muscolosi. Hanno zampe coda lunghe sottili, mentre la testa è una forma triangolare. La cosa che li distingue da altre razze feline è il pelo che è lungo e privo di sottopelo. Questa caratteristica fa sì che soffrono di più il freddo: infatti uno dei nostri consigli è quello di proteggerli in inverno anche all’interno di spazi chiusi.

gatti siamesi e loro esigenze
Oggi parliamo di una razze felina molto famosa anche grazie ai cartoni animati

Nonostante di base siano di color beige con l’estremità scure, i gatti siamesi possono avere un incredibile gamma di colori. I più particolari sono di colore grigio argenteo, mentre alcuni sono privi di pelo. Hanno un’aspettativa di vita piuttosto lunga (tra i 15 e i vent’anni) dovuta proprio alla loro genetica asiatica. L’importante è sempre ricordare di rispettare un’alimentazione corretta per allungare loro la tempistica di sopravvivenza.

Cosa mangiano?

Concludiamo quindi il nostro articolo vedendo insieme che cosa mangiano i gatti siamesi. Hanno una dieta piuttosto basilare, questo perché il loro stomaco è delicato e facilmente irritabile.

Quindi, ricordate di prediligere una dieta a base di cibi leggeri e digeribili, che sia però anche variata e mista. Dovrete variare tra umido e secco ricordando di acquistare i prodotti ricchi di proteine animali e vegetali, grassi buoni, sali minerali e vitamine.

Vanno ghiotti di cibi a base di tacchino, salmone e nasello, ma anche di cibi ricchi d’acqua e carboidrati (come ad esempio il riso).


Dona una condivisione