LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

Gatti

10 motivi per avere un gatto in casa

10 motivi per avere un gatto in casa

Gatti
Avere come coinquilino un gatto ha molteplici benefici per l’intero nucleo familiare. Un recente studio scientifico ha dimostrato che vedere video di gatti su internet fa incredibilmente bene all’umore. Perciò, se basta anche solo un video, figuriamoci spupazzane uno in carne e ossa. La vita assieme a un micio porta benessere e serenità. Ecco 10 buoni motivi per avere un gatto in casa. Dormire meglio Molti sostengono che non è propriamente igienico dormire con il proprio animale domestico. Ma in realtà, oltre a non esserci niente di male, dormire con il cane o con il gatto, ci consente di dormire sonni migliori e più tranquilli. In particolar modo nel caso del gatto, che adora passare la maggior parte del tempo a dormire e che, se anche dovesse svegliarsi nel cuore della notte, non distu
Perché i gatti mangiano l’erba?

Perché i gatti mangiano l’erba?

Gatti
Chiunque abbia un gatto sa che spesso i nostri piccoli amici felini mangiano l’erba. Abbiamo sempre creduto che questo gesto sia legato a motivi di salute, ma è davvero così? I gatti adorano mangiare qualsiasi tipo di pianta, non solo quelle mediche. Non è insolito per chi possiede un gatto ritrovarsi le foglie delle piante da bellezza completamente smangiucchiate, o la pianta di basilico spolpata del tutto. In realtà i gatti di casa, adeguatamente nutriti con il loro cibo, non hanno bisogno di mangiare vegetali, eppure la adorano lo stesso. Allora perché i gatti mangiano l’erba? I gatti randagi In natura i gatti hanno l’esigenza di mangiare vegetali. Essa, infatti, ha lo scopo di ripulire lo stomaco dalle parti non commestibili delle loro piccole prede (penne e piume di uccelli, pelo
I gatti hanno paura dell’acqua, o forse no?

I gatti hanno paura dell’acqua, o forse no?

Gatti
Una delle più grandi caratteristiche, conosciuta da tutti anche dai meno esperti in fatto di felini, è che i gatti hanno paura dell’acqua. Ma è davvero così? In linea di massima si sa i gatti fuggono dall’acqua, ma di tanto in tanto scoviamo qualche esemplare che, al contrario, la adora. È solo un bizzarro caso isolato o c’è qualcosa che non conosciamo di questo particolare lato felino? Perché la maggior parte dei gatti ha paura dell’acqua? E perché alcuni si distinguono fortemente proprio in questo aspetto dagli altri simili? Perché i gatti hanno paura dell’acqua? Iniziamo con una rivelazione forse sconosciuta ai più: i gatti, come tutti i felini, sanno nuotare, e anche bene! Allora perché hanno paura dell’acqua? La risposta sta nel pelo. Mentre molti altri animali che passano gran p
Le paure dei gatti: quali sono e come aiutarli?

Le paure dei gatti: quali sono e come aiutarli?

Gatti
È difficile capire quando e quali sono le paure del gatto, perché è nella sua natura essere in un costante stato di vigilanza, sempre con un orecchio teso ad ascoltare ogni minimo rumore, sempre pronto a saltare al minimo segnale. In casa lo vediamo rilassato, come assopito in un sonno profondo, ma in realtà è nella loro natura essere sempre vigili, pronti a scappare, cacciare, a vivere in branco. Sono un piccolo felino in miniatura che niente hanno da invidiare ai cugini più grandi. Perciò anche se ci può sembrare che hanno paura di tutto in realtà potremmo anche confondere la paura con lo stato di allerta. Ma allora di cosa hanno davvero paura i gatti? Ovviamente dipende anche dal carattere, da micio a micio. C’è chi è più fifone e chi più spavaldo. Ma, in linea di massima, ci s
I gatti conoscono il proprio nome?

I gatti conoscono il proprio nome?

Gatti
I gatti conoscono il proprio nome? La risposta a questa domanda sembrerebbe semplice e scontata, soprattutto per chi un gatto lo possiede: certo che si! Eppure la domanda a un analisi più approfondita ha mille sfaccettature. I gatti capiscono quando vengono chiamati solamente dai padroni o dalle persone più vicine o anche da un estraneo? Riconoscono il loro nome per l’intonazione o per la parola vera e propria? E se cambiamo l’intonazione capiscono lo stesso che quello è il loro nome? Associano quei suoni a qualcosa di specifico come gioco o cibo o sanno che “Felix” sono semplicemente loro stessi? A tutte queste domande ha provato a rispondere la psicologa felina Atsuko Saito. Atsuko Saito “Amo i gatti, sono così teneri e, nello stesso tempo, individualisti. Quando desiderano esse
L’Australia vuole sterminare due milioni di gatti entro il 2020

L’Australia vuole sterminare due milioni di gatti entro il 2020

Gatti
Purtroppo si sente fin troppo spesso parlare di stermini di massa, talvolta per grandi eventi sportivi o culturali di risonanza mondiale, o per qualche altro motivo. Certo sentire giungere questa notizia da un paese come l’Australia lascia abbastanza sconcertati. Gatti feral L’ultimatum è stato lanciato ai gatti feral. Ma chi sono i gatti feral? Non stiamo parlando di gatti selvatici, scientificamente chiamati Felis Silvestris, i quali sono una razza molto diversa da quella interessata dal piano di sterminio. I gatti feral sono quei gatti rinselvatichiti. Stiamo parlando del normale gatto domestico, o meglio, di quelli che una volta erano gatti domestici, abbandonati o lasciati liberi di girare e riprodursi. I gatti domestici non sterilizzati lasciati liberi hanno creato un numero
Grandi mici: alcuni tra i felini più spettacolari

Grandi mici: alcuni tra i felini più spettacolari

Gatti
I felini sono senza dubbio una tra le razze più spettacolari. Grandi o piccoli essi siano hanno sempre affascinato l’immaginario umano. Sono tutti, indubbiamente, grandi predatori, dal grosso leone che caccia la gazzella al piccolo gatto domestico che stana i topini dalla loro tana. I felini si sono lasciati addomesticare, senza però cambiare la loro indole. E pensare che a differenza dei cani non hanno cambiato la loro natura per convivere con l’uomo. Proprio per questo motivo, guardandolo sonnecchiare sul divano e “cacciare” croccantini, ci viene proprio da domandarci: ma in natura come facevi? Non solo i gatti, ma anche altri felini si sono lasciati avvicinare ed hanno imparato ad accettare l’uomo. Le storie di grandi felini addomesticati sono diverse e comprendono, leoni, tigri, pum
Gatti e leggende

Gatti e leggende

Gatti
I gatti sono da sempre un animale misterioso ed affascinante, contornato da miti e leggende che lo hanno reso celebre nel tempo. Sia che lo si associa alle tenebre che alla luce, il gatto sembra provenire da un'altra dimensione, perso in un mondo che lui solo può vedere. Schivo ed indipendente, ma al contempo affettuoso e bellissimo, il gatto, fedele compagno di streghe e faraoni, ha fatto parlare di sé sin dagli albori della storia umana. Le leggende che lo hanno accompagnato nel tempo sussistono ancora oggi. Eccone alcune tra le più curiose. L’arca di Noè Un’antica leggenda racconta che sull’arca di Noè vi erano troppi topi, così Noè chiese aiuto a Dio. La sua preghiera fu accolta ed il leone starnutì. Dallo starnuto del leone vennero fuori due gatti che riuscirono a riportare l’equili
Fermata la serial killer dei gatti

Fermata la serial killer dei gatti

Gatti
È una donna di 41 anni indagata dall’ENPA per almeno sei casi accertati di maltrattamento ed uccisione di animali. Nel comunicato ufficiale dell’ENPA la donna viene identificata come la serial killer dei felini. Tutto ha iniziò con l’affidamento di quattro mici alla signora A.T. residente a Lecco ma originaria di Milano. Due cuccioli sono morti, uno scomparso ed uno è stato salvato in estremis. Ora la procura di Lecco sta indagando, ma la donna continua a farsi affidare dei poveri mici indifesi, rischiando di far salire il numero delle vittime. Le azioni della serial killer “Benchè le indagini siano ancora in corso il quadro indiziario sembra puntare in una direzione precisa: in Alta Lombardia, tra le provincie di Lecco e Bergamo, sarebbe in azione una vera serial killer dei gatti”.
Cat Caffè – i locali dove l’attrazione principale sono i gatti

Cat Caffè – i locali dove l’attrazione principale sono i gatti

Gatti
Per gli amanti dei gatti cosa c’è di meglio di stare comodamente seduti al tavolino di un bar a consumare la colazione o un aperitivo, mentre tra le gambe gironzolano mici in cerca di coccole? Sono i Cat Caffè, esperimento nato in Asia che ha presto appassionato il mondo intero. Cat caffè in Asia Come detto l’idea originaria viene dall’Asia, precisamente da Taiwan, dove aprì il primo cat caffè del Mondo, nel 1998. Dopodichè questo genere di locale ha conquistato il Giappone, dove iniziarono a comparire moltissimi cat caffè. L’idea era quella di rilassarsi comodamente al tavolino di un bar coccolando un gatto affettuoso tra una corsa e l’altra, in una capitale così frenetica come Tokyo. Così nacque il Neko Cafè (Gatto caffè) al quale ne seguirono presto molti altri nella città e in tu