LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

Come scegliere un animale domestico

Secondo i dati ISTAT ormai la maggioranza delle persone possiede almeno un animale domestico. Questi piccoli amici però non includono solo cani e gatti ma anche tantissimi altri animaletti come i pesci (in Italia circa 15 milioni), uccelli (12 milioni) e roditori (circa 1 milione).

Come visto la scelta è molto ampia e bisogna tener conto di tantissimi fattori. Ma quindi come si sceglie un animale domestico?
Scopriamolo insieme.

Stile di vita e motivazioni

La prima cosa da chiedersi per scegliere un animale domestico è: perché lo voglio? Anche se può apparire come una domanda banale in realtà è assolutamente fondamentale porsi questo quesito. Molto spesso infatti si acquistano animali perché va di moda o magari perché il proprio bambino lo chiede con una certa insistenza. Se le uniche motivazioni sono queste però è bene fermarsi un attimo a valutare se effettivamente sia il caso. Alcuni animali infatti hanno una durata della vita molto elevata e, proprio per questo, non rappresentano delle soluzioni temporanee.
In più dopo un po’ di tempo il proprio bambino si sarà annoiato dell’animale al quale però non dovranno comunque mancare attenzioni e cure.

La scelta migliore in ogni caso è quella di cercare un animale che si possa adattare perfettamente a quello che è il nostro stile di vita. Non tutti gli animali infatti necessitano delle stesse cure e prestare particolare attenzione in tal senso può realmente fare la differenza permettendoci di prendere l’animale più adatto alle nostre esigenze.
Questo punto si collega direttamente con il prossimo.

Tempo da dedicargli

Prima di prendere un qualsiasi animale domestico dovresti valutare il tempo che dovrai dedicargli. Ci sono animali infatti che necessitano di molto più tempo, come ad esempio i cani, per i quali è necessario dargli da mangiare, portarli a spasso, passare del tempo con loro ecc.
Per altri animali invece non vale la stessa regola. I gatti ad esempio sono molto più indipendenti e non necessitano di un eccessivo tempo da dedicargli durante la giornata.

In più considera che se svolgi un lavoro a tempo pieno che ti occupa la maggior parte della giornata avrai bisogno di un animale che non necessiti di cure eccessive. Magari una bella tartaruga o un pappagallo potrebbero essere ideali.

Spazio

Altro fattore da considerare quando valuti il tuo prossimo animale domestico è lo spazio che si ha a disposizione. Ogni animale infatti necessita di una certa quantità di spazio per poter vivere serenamente e poter prosperare al meglio.
Bisogna pertanto valutare anche questo aspetto il quale può realmente fare la differenza. Se non si hanno grandi possibilità in termini di spazio ad esempio è assurdo pensare di prendere un cane di grosse dimensioni.

Per piccoli appartamenti potrebbe essere ideale un pesce o un criceto animali che non occupano chi sa che spazio.

Questo perché bisogna garantire all’animale un habitat confortevole. Se si possiede un giardino o uno spazio all’aperto è ancora meglio in quanto si potrà sfruttare in pieno questo spazio per permettere ai propri animali di godersi l’aria aperta.

I costi

Infine anche i costi sono un aspetto da non sottovalutare assolutamente. Ogni animale infatti necessita di un budget minimo comprensivo di cibo, attrezzatura, giochi e quant’altro. Non bisogna dimenticare infatti che oltre alle spese che potremmo definire ordinarie ci sono anche tantissime spese straordinarie che possono essere le emergenze e visite dal veterinario di fiducia.

Insomma bisogna fare una panoramica esaustiva di quanto sia necessario in termini di budget per garantire al nostro piccolo amico un sostentamento dignitoso sotto tutti i punti di vista. Ricorda, il benessere dell’animale deve venire prima di ogni altra cosa e gli deve essere garantito al 100%.