lunedì, Maggio 27LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

Oasi rifugio per gatti a Pescara

Dona una condivisione

Antonio Di Marco è un meccanico della città di Pescara. Da amante degli animali, Antonio ha creato quasi per caso un’oasi rifugio per gatti che nel giro di 4 anni è diventata un punto di riferimento per i felini in difficoltà della città. Ecco la sua storia nel nostro articolo di oggi.

Oasi rifugio… in officina

Antonio Di Marco è un grande amante degli animali che lavora come meccanico nella sua città, Pescara. Nei prossimi paragrafi vi racconteremo come nel 2019 abbia creato quasi per caso un oasi rifugio che oggi è un vero e proprio punto di riferimento nella salvaguardia dei gatti randagi della città.

Non solo, l’iniziativa nata dall’amore per gli animali da salvare di Antonio a creato una catena di solidarietà unica nel suo genere. Infatti, ad oggi Antonio non è solo: lo aiutano nella gestione del rifugio le sorelle Luciana e Luisa e il dipendente del garage Christian.

oasi rifugio per gatti pescara
L’oasi rifugio per gatti di Pescara nasce nel 2019 da un salvataggio in extremis.

I micetti vengono accolti direttamente nella sua officina. Uno spazio che negli anni è cresciuto e ospita delle vere e proprie colonie. Nei prossimi paragrafi conosceremo la storia del rifugio e come si è ampliato.

I primi arrivati…

I primi arrivati all’oasi rifugio per gatti di Pescara sono stati Tommy, Chicco, Ice, Principessa e Dondolino. Dopo di loro molti altri si sono aggiunti al gruppo.

In molti sono stati curati oltre che accolti. Tantissimi sono stati ritrovati quasi in fin di vita e riportati alla salute completa. Anche quelli che erano stati designati all’eutanasia sono stati salvati (alcuni di loro sono stati poi adottati).

oasi rifugio per gatti pescara
Pescara è la città in cui Antonio Di Marco vive e lavora. La sua auto officina è diventata il luogo di rifugio di tantissimi gattini abbandonati

Il motto di Antonio è “accogliere tutti, nessuno escluso”. Questo perché la sua è una vera e propria missione che nasce dal grande amore che prova per questi pelosetti in difficoltà. Oggi sono oltre un centinaio i rifugiati, tutti salvati dalla strada e riportati in condizioni di vita autonome.

La storia dell’oasi rifugio per gatti di Pescara

Ma come è nata l’oasi rifugio per gatti di Pescara? In un caldo giorno del 2019 Antonio stava svolgendo il suo lavoro in una via del centro. All’improvviso sente il lamento di una gatta che era stata lasciata all’interno di uno stabile fantasma. Antonio segue il miagolio e raccoglie la micetta in difficoltà.

Antonio chiama le forze dell’ordine e denuncia l’abbandono, ma d’impulso piuttosto che lasciarla al canile cittadino, decide di portarla con sé in officina. È lì che trova il primo spazio dedicato ai gatti randagi, ovvero uno degli spazi lasciati vuoti dalle auto in riparazione che può contenere fino a 30 ospiti: un ambiente tranquillo e accogliente in cui poterli curare e tenere costantemente sotto controllo.

oasi rifugio per gatti pescara
Oasi rifugio per gatti a Pescara è un luogo felice in cui vengono salvati tantissimi gatti ogni anno.

Da quel giorno del 2019, da quel primo salvataggio, scaturisce una catena di solidarietà e generosità che non si interrompe e cresce a vista d’occhio. Nel team di cura dei felini abbandonati entrano il lavorante e le sorelle di Antonio che oggi si preoccupano insieme a lui non solo di curare gli animali ospitati, ma anche di setacciare le vie di Pescara alla ricerca di altri micetti in difficoltà.

L’officina con il tempo è diventata smart!

Negli anni, l’officina di Antonio è diventata non solo il suo luogo di lavoro, ma anche un vero e proprio spazio per questi animali randagi che hanno bisogno di amore, cure e un posto da poter chiamare Casa.

Infatti, oltre allo spazio interno, l’oasi rifugio occupa anche la zona retrostante l’autofficina è uno spazio esterno che è stato concesso gratuitamente in comodato d’uso dal proprietario qualche anno fa.

Antonio, per controllare costantemente le necessità e i bisogni dei gatti ospitati dal rifugio arreso la sua officina più smart. Da qualche tempo ha infatti installato alcune videocamere di sorveglianza in modo da tenere sotto controllo la colonia dei suoi amici a quattro zampe e vedere se hanno bisogno di acqua fresca e crocchette durante tutto il giorno.


Dona una condivisione