venerdì, Giugno 21LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

Masticativi naturali per cani

Dona una condivisione

I masticativi naturali per cani sono un’ottima soluzione per mantenere una corretta igiene orale per il nostro amico a quattro zampe. Sono il degno sostituto di spazzolino, dentifricio e filo interdentale.

Ecco tutto che dobbiamo sapere a riguardo.

Cosa sono i masticativi naturali per cani

I masticativi naturali per cani sono uno snack che possiamo proporre quotidianamente al nostro amico a quattro zampe e che diventerà il loro alleato numero uno all’igiene orale.

Masticativi naturali per cani
Masticativi naturali per cani

Essi sono una vera e propria leccornia per i cani e per questo possono essere utilizzati anche come “premio”. Oltre ad essere ottimi per la pulizia di denti e gengive, i masticativi naturali per cani sono anche un valido antistress per i nostri amici pelosi.

Durante il masticamento dello snack esso rimuove la placca che naturalmente si forma sul dente e previene la formazione del tartaro.

Perché sono utili

Come abbiamo detto i motivi per utilizzare i masticativi naturali per cani sono più di uno. Proviamo a riassumerli:

  • Antistress: la masticazione produce due ormoni, la serotina e le endorfine, le quali rendono il cane appagato e allevia lo stress.
  • Migliora la qualità del sonno.
  • Tiene sotto controllo l’iperattività e la distruttività del cane.
  • Aiuta in situazioni di stress e per difficoltà di adattamento.
  • Migliorano lo stato di salute dei denti.
  • Sono ottimi per la pulizia di denti e gengive.
  • Per i cuccioli alleviano il dolore dovuto alla dentizione.

Tipologie di masticativi naturali per cani

Esistono molte tipologie di masticativi. Innanzitutto dobbiamo fare una distinzione tra quelli naturali e non. In commercio, infatti, esistono masticativi realizzati in silicone, plastica o polimeri artificiali, i classici “giochi” per cani.

Tuttavia, oggi vogliamo parlare solo delle tipologie di masticativi naturali, ovvero realizzati con il 100% di materie prime naturali. Ecco quali sono:

  • Legnetti naturali: sono fatti con legno di ulivo, albero di caffè o vite. Sono pezzi di legno lavorati appositamente per non creare schegge. Durante la masticazione questi diventano friabili e spesso sono imbevuti con materiale che li rende appetibili per l’animale, come, ad esempio, l’olio d’oliva.
  • Carne essiccata: ne esistono di moltissimi tipi in commercio, come la trachea di manzo, le orecchie di coniglio, la coda di manzo, la trippa d’agnello, ecc.
  • Stick dentali a base di latte di yak: sono molto appetibili e apprezzati dall’animale. Hanno un alto valore nutrizionale, perciò sono da considerare un sostitutivo e dobbiamo fare attenzione a non esagerare. Da non confondere con quelli a base di latte di mucca.
  • Radice di Erica: è perfetta per le razze con le mandibole più dire e resistenti. L’Erica è anche un buon antinfiammatorio, perfetto per malattie croniche come l’artrite reumatoide o l’infiammazione gastrointestinale.
  • Corna di cerco: è tra i più diffusi e il più resistente tra tutti i masticativi naturali per cani disponibili in commercio.
  • Frutta e verdura essiccata: questi snack sono utilizzati anche come integratori alimentari per cani con alcune patologie come il diabete. Ve ne sono diversi tipi in commercio, come il cocco, la papaya, la patata dolce, ecc.
  • Pesce essiccato: sono indicati per alcuni cani con patologie cardiovascolari. Essi, infatti, sono ricchi di acidi grassi come l’Omega 3.

Cosa evitare e a cosa prestare attenzione

Dobbiamo, infine, fare attenzione ad alcune cose, quando andiamo a comprare il nostro masticativo naturale per cane.

Masticativi naturali per cani
Masticativi naturali per cani

Leggiamo, innanzitutto, molto bene l’etichetta, per assicurarci che non ci siano ingredienti potenzialmente dannosi per il cane, come conservanti e additivi artificiali, come il BHT o il BHA.

Inoltre, dobbiamo assolutamente evitare le ossa di pelle di bufalo, molto diffuse in commercio ma potenzialmente pericolose. Esse sono in realtà un prodotto di bassa qualità, derivato da prodotti di scarto.

Infine, facciamo anche attenzione alla presenza di zuccheri nei prodotti in commercio.


Dona una condivisione