venerdì, Agosto 12LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

Lettiera sostenibile

Dona una condivisione

Quando si parla della lettiera del gatto sono molti i dubbi che ci vengono in mente, soprattutto dal punto di vista della sostenibilità. Ad esempio, sappiamo dove buttare la sabbietta quando la cambiamo? È riciclabile? Quali sono i tipi di lettiera sostenibile in commercio?

Lettiera del gatto: i primi passi

Innanzitutto per chi è alle prime armi pulire e prendersi cura della lettiera del gatto può risultare essere non così scontato come pensiamo. La giusta cura e pulizia è essenziale.

Lettiera sostenibile
Pulizia e cura della lettiera del gatto

Una lettiera ben pulita permette al micio di sentirsi più a suo agio. Inoltre, la fase di pulizia è fondamentale per eliminare i cattivi odori e per igienizzare la lettiera e l’ambiente.

Ma una volta pulita correttamente la lettiera, dove va buttata?

L’impatto ambientale

Se pensate che smaltire correttamente lettiera e sabbia del gatto non sia poi così importante, ecco alcuni numeri per farvi ricredere. È stimato che in Italia ci siano 7,5 milioni di piccoli felini. Ovviamente, non tutti utilizzano la lettiera. Molti gatti, in campagna, vanno a fare i bisogni “nella natura”.

Ma se a questo dato abbiniamo il fatto che, in media, un gatto utilizza 75 chili di sabbietta all’anno, diventa impressionante.

Dove buttare la lettiera e la sabbia del gatto

La fase di smaltimento è molto importante. Tuttavia per molti resta la domanda: dove devo buttare la sabbia del gatto?

Lettiera
Dove si butta la sabbietta?

In realtà non esiste una sola risposta a questa domanda, perché non è sempre chiaro se una sabbietta sia degradabile al 100%. Inoltre, dopo essere stata utilizzata è inquinata e, perciò, non si può buttare ad esempio nella carta.

Ci sono alcuni tipi di sabbietta, infatti, in carta. Ma non è sempre chiaro, perché potrebbero contenere agenti inquinanti tipo inchiostro. E poi non potremmo comunque buttarla nella carta dopo averla utilizzata.

Ma, quindi, quali sono i tipi di lettiera sostenibile e come facciamo per smaltire correttamente i vari tipi di sabbietta?

Lettiera sostenibile: sabbietta agglomerante

Tra i tipi di sabbietta più diffusi c’è quella agglomerante. Si differenzia da quella non agglomerante perché lega i suoi componenti a feci e urine del gatto, permettendo di gettare solo quella “palla” di sabbietta.

Si getta nell’indifferenziata e non tutti i tipi di sabbia agglomerante sono al 100% ecologici. È comunque preferibile questo tipi in quanto si riduce notevolmente la quantità di sabbia utilizzata, diminuendo le volte in cui dobbiamo sostituirla completamente.

Esempi di lettiera sostenibile

Se con la maggior parte delle sabbiette in commercio non siamo sicuri la 100% che esse siano biodegradabili, possiamo trovarne alcuni tipi 100% compostabili. Possiamo scegliere questo tipo di sabbietta soprattutto se vogliamo utilizzarla come compost per il giardino o l’orto dopo averla utilizzata, anziché gettarla nell’indifferenziata.

Lettiera sostenibile
Lettiera sostenibile

Esse sono realizzate con:

  • Erba: si tratta di una novità sul mercato. Le sabbiette realizzate in erba o semi d’erba sostenibili, biodegradabili, estremamente assorbenti e facili da raccogliere.
  • Carta: le lettiere in carta sono solitamente realizzate con pellet o granuli di carta riciclata.
  • Grano: la peculiarità della lettiera sostenibile in grano è che è estremamente agglomerante.
  • Mais: si utilizza il tutolo di mais, elemento di scarto dell’industria alimentare, che normalmente verrebbe gettato.
  • Legno: per la lettiera sostenibile del gatto vengono utilizzati gli scarti di falegnameria. Tuttavia, questo tipo di sabbietta, seppur ecologica al 100% va sostituita frequentemente.
  • Noci: anche in questo caso si utilizzano gli scarti dell’industria alimentare, che normalmente andrebbero gettati ed è già per questo estremamente sostenibile.
  • Zeolite: è una sabbietta che si presenta sotto forma di cristalli, con un alto potere assorbente e un’azione assorbi odore. È, inoltre, antiparassitaria, antibatterica e riciclabile al 100%.

 


Dona una condivisione