mercoledì, Agosto 17LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

La cura delle unghie dei cani

Dona una condivisione

Prendersi cura dei cani non è per tutti. Bisogna considerarlo come un membro della famiglia e occuparsi della sua salute psicofisica, oltre che amarlo incondizionatamente. Ci sono diversi aspetti che non tutti considerano, ma che andrebbero considerati, per prendersi cura di ogni aspetto. Tra questi trovano posto le unghie dei cani. Una parte del corpo del nostro animale peloso fondamentale. Scopriamo insieme come prendersene cura.

Devo tagliare le unghie del cane?

Forse non tutti sanno che anche le unghie del cane, così come quelle degli esseri umani, hanno bisogno regolarmente di essere tagliate.

Cura delle unghie del cane
Cura delle unghie del cane

È uso comune pensare che un cane sia in grado di “limarsi” le unghie da solo. In realtà un fondo di verità c’è. I cani che sono abituati a stare all’aperto e a fare lunghe passeggiate potrebbero aver meno bisogno dell’intervento umano. In questo caso, infatti, potrebbero essere in grado di limare naturalmente le unghie, sfregandole, ad esempio, sull’asfalto mentre camminano o giocando con dei tronchi.

Anche in questo potrebbero aver bisogno di un aiuto a tagliare le unghie di tanto in tanto. Nel caso, però, che il nostro cane esca raramente da casa e, quando esce, si ritrova a camminare prevalentemente su terreni morbidi, come un prato, l’appuntamento per tagliarle è d’obbligo e frequente.

Perché è importante?

Nonostante ciò molti potrebbero ancora pensare che non sia così importante tagliare regolarmente le unghie del proprio cane. Niente di più sbagliato. Si tratta di una pratica che deve essere eseguita ed è estremamente importante.

Le unghie troppo lunghe possono peggiorare la qualità della vita dell’animale. Esso potrebbe sviluppare seri problemi di postura, può avere difficoltà a camminare e sentire dolore.

Come tagliarle

Prima di tutto bisogna capire quando è il momento di tagliare le unghie del proprio cane. Quando arrivano a toccare a terra sono decisamente troppo lunghe. Potremmo accorgercene perché sentiamo il rumore che fanno sbattendo a terra o perché vediamo che cominciano a girarsi.

Unghie del cane
Come tagliare le unghie del cane

Possiamo tagliarle in autonomia senza troppa difficoltà. Ma dobbiamo stare attenti perché le unghie del cane sono alimentate dal sangue, un taglio sbagliato o troppo profondo potrebbe causare loro molto dolore.

Basta metterci contro luce per individuare ad occhio nudo l’area alimentata dal sangue e quella è la zona da evitare accuratamente.

Procediamo con una forbicina o un tagliaunghie. Il taglio dovrebbe essere parallelo al fondo dell’unghia.

Se non ci sentiamo sicuri possiamo farle tagliare da un professionista, magari durante i controlli di routine dal veterinario.

Quali problemi potrebbero avere le unghie del cane

Tagliare le unghie del cane non è l’unico problema con cui dovremo relazionarci. Il nostro amico peloso, infatti, potrebbe avere altri problemi relativi proprio alle sue amate unghie. È importante che siamo in grado di riconoscerli e intervenire.

I problemi delle unghie del cane
I problemi delle unghie del cane

Tra gli incidenti più comuni possiamo imbatterci in un’unghia rotta. Sappiamo quanto può far male se si spezza nel punto sbagliato!

L’unghia potrebbe essersi rotta perché troppo lunga, perché è rimasta impigliata da qualche parte (ad esempio nella stoffa) o per un trauma subito.

In questo caso l’unghia potrebbe sanguinare. Possiamo intervenire subito tamponando e sciacquando la parte lesa. Nei giorni successivi monitoriamo la zampa nel caso non si sviluppino infezioni.

Esattamente come succede agli esseri umani, l’unghia potrebbe diventare nera e, addirittura, cadere, in caso di un forte trauma. Dovremo disinfettare la ferita e prendercene cura per un po’, ma non è niente di grave.

Ci sono, infine, delle malattie che possono interessare le unghie del cane. Le più comuni sono: la pododermatite, causata, solitamente, da un corpo estraneo, la demodicosi, può essere ereditaria o causata da un acaro, la dermotofitosi, causata da un fungo.


Dona una condivisione