domenica, Luglio 5LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

In vacanza con i nostri amici pelosi

L’estate è alle porte e come ogni anno i padroni di animali si ritrovano combattuti sul da farsi per le vacanze estive. Se non si ha la possibilità di lasciarli in casa, affidati ad amici e parenti, e lasciarli nelle mani di strutture attrezzate o di dog sitter professionisti non viene considerata, per un motivo o per un altro, un alternativa, la cosa migliore da fare è rimboccarsi le maniche ed organizzare una vacanza insieme.

Il viaggio

Il viaggio, prese le dovute precauzioni, non dovrebbe essere un problema. Oramai, sono moltissime le compagnie aeree che accettano cani e gatti a bordo, seguendo solamente alcune regole e pagando un biglietto per l’animale. Allo stesso modo i treni, soprattutto in Italia, accettano ormai gli animali da compagnia nei lori vagoni senza troppi problemi. Infine, se il viaggio da affrontare per raggiungere la meta turistica non è troppo lungo, e se la nostra decisione finale è quella di partire in auto, anche qui non dovremo riscontrare grossi problemi. Ovvio ciascuno di noi conosce il proprio animale e sa cosa comporta un viaggio per esso. Così come per gli esseri umani c’è chi non ha problemi a percorrere lunghe distanze in auto e chi proprio non lo può soffrire. In ogni caso, per evitare spiacevoli inconvenienti, evitiamo di far mangiare il nostro amico peloso nelle ore precedenti alla partenza. Assicuriamoci che sia comodo e libero di muoversi nel posto assegnatogli per il viaggio, garantiamogli acqua fresca, soprattutto nelle ore più calde ed infine fermiamoci spesso a sgranchirci gambe e zampe e a prendere una boccata d’aria.

Le strutture turistiche

Bastano poche veloci ricerche sul web per scoprire le strutture turistiche che ammettono l’ingresso ed il soggiorno agli animali domestici. Ormai sono moltissime, si potrebbe addirittura dire la maggior parte. Infatti, le leggi sugli animali sono cambiate negli ultimi anni ed in linea di massima, salvo richieste particolari da parte degli albergatori, gli animali domestici devono essere ammessi in ogni esercizio pubblico. Ci basta veramente poco, quindi, per scoprire come sia facile trovare una struttura adatta alle nostre esigenze, tra bed and breakfast, villaggi turistici, agriturismi, campeggi, case vacanze ed addirittura hotel di lusso. Sul territorio italiano ogni regione, provincia e città possiede strutture turistiche che accettano clienti a quattro zampe, permettendoci di decidere la meta delle nostre vacanze estive senza alcuna restrizione. All’estero, invece, dobbiamo avere qualche accortezza in più, come informarci sulle documentazioni ed i vaccini da effettuare ed anche sulle normative che regolano l’argomento, come l’ingresso degli animali domestici in spiagge od attrazioni turistiche, evitando lo spiacevole inconveniente di rimanere fuori da monumenti e località che avevamo deciso di visitare. In linea di massima in Europa ed America, le regolamentazioni non sono molto diverse da quelle italiane.

Programmiamo la vacanza

Come detto dobbiamo decidere in anticipo dove vogliamo andare e cosa vogliamo visitare, per evitare di scoprire all’ultimo che una determinata spiaggia, monumento, museo, ecc, non ammette l’ingresso agli animali. Oltre a località costiere, dove passare l’estate tra spiagge e passeggiate serali, e località montane, dove rigenerarsi, rinfrescarsi e purificarsi assieme al nostro amico peloso, possiamo tranquillamente non rinunciare nemmeno alle città d’arte. Ovviamente le prime due sono per così dire più semplici, la montagna è il luogo ideale dove trascorrere una vacanza a quattro zampe, luoghi aperti ed escursioni dove il nostro amico peloso è sempre il ben accetto. Il mare, invece, richiede qualche piccola ricerca in più per assicurarci di scegliere le spiagge che ammettono animali, ma in linea di massima, programmare una vacanza in una località costiera è abbastanza semplice. Per le città d’arte, invece, occorre una maggiore attenzione. Passeggiare per le vie della città, i parchi ed il centro storico con il nostro cane, muniti, ovviamente, di guinzaglio e qualora occorre di museruola, non dovrebbe essere un problema. Così come scegliere tra centinaia di ristornati che saranno più che propensi ad accoglierci con i nostri amici pelosi. Qualche ricerca più dettagliata la dovremmo fare se decidiamo di visitare monumenti e musei. Magari potremmo chiamare direttamente il sito e chiedere informazioni, o cercare la struttura alberghiera adeguata, che ci permetta, all’occorrenza di lasciargli in affidamento il nostro amico a quattro zampe per un paio d’ore.

40 Condivisioni