lunedì, Marzo 8LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

I gatti sanno imitare gli esseri umani?

Dona una condivisione
  • 9
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    10
    Shares

Mi è sembrato di vedere il mio gatto imitare i miei movimenti e le mie espressioni. È possibile? L’esperimento di un’addestratrice cinofila, condotto sulla sua gatta, dice che si, i gatti sanno imitare gli esseri umani. Ma è un solo uno strano caso isolato? Scopriamo insieme l’esperimento e cosa ne pensano gli esperti.

La capacità animale di imitare gli esseri umani

I cani sanno imitare i propri padroni a comando. Anche i pappagalli possono imitare gli esseri umani, in un modo così affascinante e incredibile che ancora oggi ne rimaniamo esterrefatti. Ma nessuno, fino ad oggi, aveva mai visto un gatto imitare gli esseri umani.

“Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito, il cane guarda il saggio con aria adorante e il gatto guarda altrove, disinteressato”.

Si potrebbe pensare che il gatto non abbia molte delle capacità cognitive che hanno i cani. Ma se il nocciolo della questione si nascondesse proprio in questa frase? Il gatto guarda altrove, disinteressato. Non perché non è in grado di imitare l’umano e guardare nella direzione dove punta il dito. Semplicemente perché non ha né voglia né alcun interesse nel farlo.

I gatti sanno imitare gli esseri umani?
I gatti sanno imitare gli esseri umani?

D’altro canto conosciamo benissimo il disinteresse felino per qualsiasi cosa. Stiamo a comprargli i giochi più belli e costosi e loro non li guardano nemmeno. Fuori casa può anche scoppiare la terza guerra mondiale, loro continueranno tranquilli a dormire beatamente sul divano. E quante volte ci ritroviamo ad inchiodare perché fermo in mezzo alla strada c’è un piccolo felino? E quello nemmeno si sposta, continua a lavarsi come se niente fosse.

Forse è questo il fulcro della questione. Non è che il gatto non sa imitare gli esseri umani è che non ha voglia di farlo.

Ebisu, la gatta che sa imitare gli esseri umani

Ebisu è l’amica pelosa di Higaki, un’addestratrice cinofila giapponese, che è diventata famosa dopo che la sua padrona ha condiviso alcuni video su di lei. Secondo Higaki ad Ebisu piace infiltrarsi nelle lezioni d’addestramento dei cani e, così facendo, ha imparato l’arte dell’imitazione.

Ebisu la gattina che imita la sua padrona
La gatta Ebisu alla prova con l’esperimento dell’etologa Claudia Fugazza

Higaki è stata così contattata da Claudia Fugazza, etologa dell’Eotvos Lorand University, interessata allo strano caso della gattina Ebisu.

Higaki le ha raccontato che Ebisu “Si infiltrava spesso nelle lezioni dei cani per scroccare il cibo”, ed è stato così che ha imparato l’arte dell’imitazione.

L’esperimento di Claudia Fugazza

Claudia Fugazza è un’etologa che da 10 anni svolge studi sui cani e, in particolar modo, sul metodo “Do as I do”. Il comando Do as I do, Fa come faccio io, prevede appunto che i cani vengano addestrati all’arte dell’imitazione.

Con questa tecnica il cane dovrebbe presto associare il comando Do as I do al concetto “Imita tutto quello che faccio io”.

Il tuo gatto ti imita?
Forse Ebisu non è la sola in grado di imitare gli esseri umani. E il tuo gatto ti imita?

Così Fugazza ha chiesto a Higaki di poter effettuare un esperimento controllato sulla sua gattina Ebisu e Higaki ha accettato.

Condurre l’esperimento non è stato affatto semplice. Ebisu, infatti, è una gattina molto timida e non si avvicina facilmente agli estranei. Per questo l’esperimento di per sé è stato condotto dalla sua padrona Higaki, mentre Fugazza era nascosta in un angolo.

In totale la gattina è stata sottoposta a 16 prove, ottenendo un punteggio positivo dell’81%. Secondo Claudia Fugazza il risultato del test dimostrerebbe che Ebisu sa imitare gli esseri umani, o almeno la sua padroncina.

Quello di imitare gli esseri umani è una capacità riservata, fino a questo momento, solamente a cani, orche, delfini, pappagalli e primati.

Molti esponenti della comunità scientifica, in questo specifico settore, sono scettici e ben presto verranno fatti ulteriori test, per provare se ci sono altri gatti con le stesse incredibili capacità di Ebisu. Purtroppo alcuni mesi dopo l’esperimento la gattina che sa imitare gli esseri umani è morta, all’età di 11 anni, per un malfunzionamento dei reni.


Dona una condivisione
  • 9
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
    10
    Shares