mercoledì, Settembre 30LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

I comportamenti di mamma gatta

Le gatte sono estremamente materne ed è opinione comune anche che esse diventino estremamente aggressive nel corso della gravidanza e dello svezzamento dei cuccioli. Questo è vero, perché le mamme gatte sono estremamente protettive nei confronti dei propri cuccioli e potremo notare comportamenti insoliti anche nelle gatte più affettuose.

Ovviamente, come ogni cosa, anche nel mondo animale, il carattere del singolo individuo influisce molto sui comportamenti. Ma ci sono alcune cose che inevitabilmente noteremo nella nostra gatta incinta o nel dopo parto. La gravidanza, il parto e la crescita dei piccoli è istintivamente una delle fasi della vita più importanti per una gatta. Ed è per questo che spesso nemmeno la riconosceremo più in questo periodo. Quali sono i comportamenti di mamma gatta?

I comportamenti durante la gravidanza

Oltre ai sintomi fisici più comuni, come il cambiamento dei capezzoli, che si gonfiano e tendono molto di più al rosa, il gonfiore della vagina e, non da meno, la pancia che cresce, che nelle gatte si nota sin da prestissimo, ci sono anche sintomi comportamentali riconducibili allo stato interessante.

Gravidanza
Come si comporta una gatta incinta?

Soprattutto se passiamo molto tempo a contatto con la nostra gatta noteremo sin dalle prime settimane che questa mangia e riposa più del solito e che cerca tante coccole e affetto.

Con l’avanzare della gravidanza, invece, noteremo un comportamento completamente opposto. La gatta inizierà a essere più distaccata e diffidente. Le gatte meno casalinghe potranno addirittura rifiutarsi di farsi accarezzare, tanta è la paura per la loro situazione e l’apprensione per i piccoli che portano in grembo. Al contrario potremo anche notare che le gatte, che già di carattere sono affettuose, cercheranno maggiormente il nostro appoggio, spaventate per ciò a cui stanno andando incontro.

Infine, più si avvicinerà il momento del parto più vedremo che la gatta gironzola in cerca di un posto caldo e accogliente dove dare alla luce i propri piccoli. Essa potrebbe addirittura programmare di partorire al caldo tra le coperte dell’armadio. Cerchiamo quindi di creare un angolino in cui potrà sentirsi protetta e al sicuro e, magari, dove anche i nostri panni non correranno rischi.

L’istinto materno

Finalmente è arrivato il momento tanto atteso e la casa si riempie di piccolissime palle di pelo. L’istinto materno già mostrato nel corso della gravidanza sarà al suo massimo e i comportamenti di mamma gatta potranno ora rivelarsi davvero bizzarri.

Si troverà nel suo piccolo e dolce mondo del post parto, completamente appagata. Tanto è alto l’istinto materno che la gatta potrebbe concedere poppate anche ai cuccioli di altre gatte o addirittura di altre specie.

Gatta e scoiattoli
Mamma gatta adotta cuccioli di scoiattolo

Noteremo che le fusa, spesso riservate alle coccole con gli umani, saranno costanti nelle fasi di allattamento. Ciò avviene non solo perché la mamma gatta si troverà in completo benessere, ma anche per coccolare i suoi piccoli.

Comportamenti insoliti di mamma gatta

Talvolta potremo trovarci di fronte a dei comportamenti davvero insoliti da parte di mamma gatta, che noi esseri umani non riusciamo a capire. Ad esempio, alcune volte la gatta allontana sin da subito un cucciolo o tutta la propria prole.

Istinto materno
Mamma gatta e il suo piccolo

Non è una “mamma snaturata”, ma probabilmente ha percepito che quel cucciolo ha qualche malattia o qualche difetto e che non sarà in grado di sopravvivere. Purtroppo, può anche succedere che una gatta sia costretta a subire un parto cesareo e che al risveglio non riconosca affatto la propria prole. In questo caso le malattie e i difetti congeniti non centrano nulla. Occorrerà solo tanta pazienza e moltissime attenzioni, fino a quando non subentrerà lo stesso istinto materno che avrebbe avuto in natura.

 

 

16 Condivisioni