LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

I cani che hanno segnato la storia

Il cane è il migliore amico dell’uomo, da sempre è stato al suo fianco ed ha scritto la storia dell’umanità assieme a lui. Ecco alcuni dei cani famosi che hanno segnato la storia:

Laika

cani famosi
Laika

Laika fu il primo essere vivente ad andare nello spazio. La cagnolina partì il 3 Novembre del 1957 a bordo della capsula spaziale Sputnik 2. La capsula era attrezzata per il supporto vitale ed al suo interno vi erano cibo ed acqua, ma non era programmata per il rientro, il destino di Laika era, quindi, segnato sin dall’inizio. Si pensa che Laika sia riuscita a sopravvivere solamente poche ore a bordo della capsula, anche se la versione ufficiale, all’epoca, fu di più di quattro giorni. Il sacrificio di Laika scatenò l’indignazione di molti e fu, addirittura, lo stesso scienziato a capo della missione ad ammettere, diversi anni dopo, che la morte della cagnolina fu vana, dacché poche furono le informazioni che ve ne si ricavarono. Laika aprì comunque le porte dell’era spaziale e divenne famosa in tutto il mondo, nessuno potrà mai toglierle il primato di essere stato il primo essere vivente a viaggiare nello spazio. Ancora oggi viene omaggiata e ricordata tra i cosmonauti morti in missione.

Belka e Strelka

cani famosi
Belka e Strelka

Come detto Laika aprì le porte dell’era spaziale, infatti, pochi anni dopo, il 19 Agosto del 1960, altre due cagnoline, inserite nello stesso programma di Laika, partirono alla volta dello spazio. Belka e Strelka salirono a bordo dello Sputnik 5 ed orbitarono per 18 volte intorno al pianeta, prima di riatterrare sulla superficie terrestre, divenendo così i primi esseri viventi terrestri ad andare nello spazio e a tornare sulla Terra sane e salve. Le due eroiche cagnette si trovano ora imbalsamate al Museo dei Cosmonauti di Mosca.

Balto e Togo

La storia di Balto è una delle più famose del mondo, grazie anche a film e cartoni animati dedicategli, ma non da meno fu il suo compagno ed amico Togo. Balto nacque nel 1919 in Alaska ed era uno dei più forti cani da slitta della zona.

cani famosi
Balto e Togo

Quando Balto aveva 6 anni, nel 1925, a Nome, una cittadina dell’Alaska, scoppiò un’epidemia di difterite. Purtroppo la zona era isolata da neve e maltempo ed il posto più vicino munito dell’antitossina per curare la malattia era a 600 miglia di distanza. Normalmente quella tratta era battuta da slitte di postini, che raggiungevano la città di Nome in circa un mese.
Un lasso di tempo troppo lungo che non avrebbe permesso alla popolazione di sopravvivere. Fu così organizzata quella che divenne famosa come la “Corsa del Siero”, 20 slitte trainate da cani partirono alla volta di Nome, percorrendo 600 miglia in soli 5 giorni, ad una temperatura di -40°. Si organizzò una staffetta con le tratte più lunghe ed impervie capitanate da quello che era il migliore cane da slitta, Togo. Balto, invece, era a capo dell’ultimo tratto, quello che raggiunse Nome e salvò la vita dei suoi abitanti. Balto è ora imbalsamato al Museo di Storia Naturale di Cleveland ed in suo onore è stata eretta una statua a Central Park di New York.

Hachikò

cani famosi
Hachikò

A differenza dei precedenti, Hachikò non passò alla storia come eroe o cosmonauta, ma viene ricordato per l’immenso amore che provava per il suo padrone, Hidesaburò Ueno. Hachikò nacque in una cittadina del Giappone nel 1923. Il suo padrone ed amico lavorava come professore all’università di Tokyo, dove si recava con il treno. Hachikò lo accompagnava ogni giorno in stazione ed ogni giorno attendeva il suo rientro. Un giorno del 1925 Ueno morì improvvisamente a causa di un ictus, mentre era all’università. Il suo cane anche quel giorno era andato ad attenderlo alla stazione come sempre, ma il suo amico non fece più ritorno a casa. Nonostante ciò, Hachikò continuo ad andare in stazione ogni giorno alle 5, ad aspettarlo, per tutti i giorni della sua vita, fino alla sua morte, nove anni dopo. In quella stessa stazione venne eretta una statua in suo onore e la sua storia fece il giro del mondo commuovendo milioni di persone.