LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

Fobia dei cani: come nasce e come intervenire

La fobia dei cani è probabilmente una delle paure più diffuse insieme al terrore per insetti e altri piccoli animali. Ma per quale motivo alcune persone hanno paura dei cani ed in che modo si può andare ad intervenire in tal senso?
Per rispondere a questi quesiti ci siamo rivolti ad esperti psicologi del settore che hanno contribuito a darci delucidazioni in tal proposito.

Come nasce e come si manifesta

La prima cosa da comprendere è che la fobia dei cani, così come tantissime altre fobie, è un disturbo d’ansia il quale porta a trovarsi in una situazione che potremmo definire di “poca tranquillità” nel momento in cui ci si trova dinanzi all’oggetto del nostro terrore.
Questo tipo di stato d’animo solitamente può manifestarsi in virtù di una predisposizione anche se, nella maggior parte dei casi, si tratta di episodi spiacevoli avvenuti proprio a causa dell’oggetto in questione.
Per la paura dei cani ad esempio è probabile che il soggetto da bambino abbia vissuto qualche episodio spiacevole che lo ha portato ad avere proprio questo tipo di paura.

Questo tipo di fobia si manifesta solitamente con la paura intensa nei confronti di tali animali. Nei casi più gravi sono stati registrati soggetti terrorizzati anche dalla semplice rappresentazione in fotografia di questi animali.
Le manifestazioni più evidenti sono ansia, tachicardia, sudorazione, tremori e attacchi di panico.
Il soggetto in generale attuerà sempre un comportamento atto ad evitare qualsiasi tipo di situazione nella quale vi possa essere il contatto con un cane e, non potendo evitare tali situazioni, manifesterà i sintomi sopracitati.

Come affrontarla

La fobia dei cani è una problematica che può essere affrontata. Nello specifico la ricerca negli ultimi anni ha incentrato i propri sforzi su quella che è la ricerca di possibili soluzioni per questo tipo di problema in modo tale da poterla debellare completamente affrontandola nella giusta maniera.
A tal proposito c’è da dire che in generale le fobie sono un disturbo psichico relativamente semplice da guarire. In molti casi infatti il soggetto può affrontare questa sua paura da solo esponendosi gradualmente alla situazione superando la fobia volta per volta.
Naturalmente con l’aiuto di uno psicoterapeuta questo tipo di processo può essere notevolmente accelerato in quanto gli esercizi e le “cose da fare” per superare il tutto saranno decisamente più specifiche.

Tuttavia c’è da dire che se la persona si rende conto che la fobia rappresenta un aspetto limitante nella sua vita, è bene rivolgersi immediatamente ad un professionista in modo da affrontare questo problema nel migliore dei modi.

Alcuni consigli

Come abbiamo potuto vedere la fobia dei cani è un disturbo molto diffuso che può rivelarsi realmente problematico. Ci sono però degli accorgimenti e dei consigli che è possibile seguire per affrontarla nel migliore modo possibile.
La cosa importante è comprendere che, anche in maniera inconsapevole, trasmettiamo in continuazione dei segnali ai nostri piccoli amici. Pertanto farsi capire da loro può risultare davvero fondamentale.

La prima cosa da evitare assolutamente in presenza di un cane è correre via urlando a squarciagola. Un gesto come la fuga infatti fa scattare nel cane un istinto predatorio che può portare a rincorrere e addirittura attaccare il soggetto.
Pertanto è assolutamente sconsigliato trasmettere al cane un senso di paura attraverso gesti plateali e poco consoni.

Un altro modo per iniziare a socializzare con questi piccoli amici è quello di provare con un cane che si conosce già e si sa essere molto docile ed affettuoso. Può essere il cane di qualche amico o vicino che presenta questo genere di caratteristiche. In tal modo di sicuro risulterà più semplice interagire anche con altri esemplari.