lunedì, Giugno 24LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA
Shadow

Cuccioli di Fratino nascono a Lignano

Dona una condivisione

Ogni tanto una buona notizia. Forse sul web ne avrete già sentito parlare: sono nati alcuni piccoli esemplari di Fratino sulla spiaggia di Lignano Sabbiadoro. Scopriamo questa news e gioiamo con i volontari che hanno seguito la nidificazione e proteggono l’area dal 2020.

Quando la natura fa il suo corso…

Nel 2020, agli albori del Covid, un gruppo di volontari animalisti e ambientalisti ha deciso di prendersi in carico un progetto ambizioso: salvare la specie di Fratino dalla ormai prossima estinzione.

Il Fratino è un piccolissimo uccellino che popola le spiagge e le coste italiane. Da tempo dopo le migrazioni, sempre meno esemplari facevano ritorno nelle aree di nidificazione del nostro paese. Nel 2020 un piccolo nucleo è stato visto ristabilizzarsi lungo il litorale di Lignano Sabbiadoro.

fratino specie in via d'estinzione
Il Fratino è una specie in via d’estinzione che popola le nostre spiaggie italiane.

In quel momento è partito il progetto di tutela e salvaguardia di questi esemplari. Tale tutela è stata svolta dai Carabinieri Forestali di Lignano e tanti volontari che oggi, con il tempo, hanno visto il risultato del loro lavoro.

Nuovi teneri abitanti di Lignano: Cuccioli di Fratino nascono e crescono

Le uova dei piccoli di Fratino si sono schiuse qualche settimana fa. Una vera e propria emozione per tutti coloro che hanno seguito il progetto la nidificazione nelle aree dedicate della spiaggia di Lignano Sabbiadoro.

Un lieto evento che ha dato speranza dato speranza a tutti coloro che hanno lavorato il progetto di salvaguardia di questa specie. Infatti, il numero di esemplari di fratino in Friuli Venezia Giulia e finalmente aumentato dopo che negli ultimi quarant’anni era sceso vertiginosamente.

fratino a lignano sabbiadoro
I Carabinieri della Forestale di Lignano Sabbiadoro hanno contribuito con i volontari nella riuscita del progetto dell’area del Faro Rosso recintata dal 2020 per favorire la nidificazione della specie.

Per favorire la nidificazione di questo esemplare e il ripopolamento di questa specie nella zona delle spiagge friulane è stata proposta la protezione di un’area di spiaggia a nord del Faro Rosso. Era lì che era stato avvistato il gruppo di volatili ritornati dalla migrazione nel 2020 per nidificare.

Da allora, è stata creata la cosiddetta “Spiaggia del Fratino”. Una zona off limits di circa 1 ha in cui è stato vietato il transito agli esseri umani. Solo i volontari e gli ha detti della forestale di Lignano Sabbiadoro potevano accedere all’area per curare l’ambiente circostante e renderlo adeguato ai nidi e alla crescita delle uova.

Il Fratino: una specie in via d’estinzione

Per garantire che sulla spiaggia romagnola questo esemplare di volatile continui a manifestarsi e nidificare, i volontari hanno invitato tutti coloro che si trovano sulle spiagge di Lignano a mantenersi lontani dalla vegetazione – in particolare dalla zona del Faro Rosso – con la speranza che anche il prossimo anno ci siano nuove e più numerose nascite.

Ma perché, il Fratino è una specie in via d’estinzione? Stiamo parlando di un uccello che vive nelle zone marittime e che compie ogni anno migrazioni chilometriche. Si tratta di un esemplare del corpo raccolto e dalle lunghe zampe esili che nidifica sulle nostre coste ma che proviene dall’Africa dove sono presenti altre cinque sottospecie.

lignano sabbiadoro spiaggia
Per favorire la nidificazione del Fratino, l’area del Faro Rosso di Lignano Sabbiadoro è stata resa pulita e invalicabile dall’uomo.

Alla luce di quello che vi abbiamo appena descritto potete ben capire come questo volatile non sia confondibile con altre specie. Gli esperti lo definiscono infatti come un uccello da branco, perché si sposta sempre in gruppo e crea il suo nido scavando piccole buche nella sabbia. Nascondere le uova a terra, anziché su di un nido posto sui rami di un albero, mette a serio rischio i futuri nascituri perché le uova vengono maggiormente esposte agli agenti esterni ai predatori.

Cosa mangia il Fratino?

Altra componente che lo rende un animale da tutelare, è l’alimentazione. Il Fratino si nutre principalmente di insetti che raccoglie direttamente dal suolo. Durante l’inverno invece si sposta con il branco alla ricerca di cibo.

Per questo vive principalmente imposti caldi. Deve muoversi per allontanarsi dal freddo e quando decide che è il momento di riprodursi si allontana dal gruppo adottando comportamenti più solitari e passivo-aggressivi. Un meccanismo di difesa che gli permette di proteggere il nido dai potenziali intrusi.

Il lavoro svolto dai volontari e dai carabinieri della forestale di Lignano ha dato la possibilità a questi volatili di ritrovare uno spazio in cui potersi riprodurre senza preoccupazioni. Speriamo che con il tempo questo progetto venga portato avanti e che il Fratino non venga più considerato un animale in via d’estinzione.


Dona una condivisione