LEGA DEL CANE - SEZIONE DI CARBONIA

5 animali marini che è meglio non incontrare

Quando si parla di animali marini pericolosi a tutti vengono in mente le immagini di grossi squali bianchi che divorano ignari bagnanti. In realtà gli attacchi di squali sono pochissimi nel corso dell’anno e, anzi, ci sono tanti altri animali che possono rivelarsi anche più letali.

Vediamo quali.

Trigone

La trigone è senza dubbio tra gli animali marini da evitare. Parliamo di una specie di razza molto grande che può raggiungere anche i 3 metri di lunghezza.
Solitamente questi sono animali che non presentano un carattere particolarmente aggressivo e di sicuro non gradisce l’uomo come pasto principale.
Tuttavia, pur non attaccando quasi mai per prima, questa presenta una coda molto lunga e potenzialmente mortale.

L’animale infatti la utilizza come una frusta ricoperta da spine velenifere le quali provocano delle profonde ferite che possono andare in necrosi e portare ad un collasso o a uno shock anafilattico.
Di sicuro meglio starle alla larga.

Scorfano

Nonostante appaia come un innocuo pesciolino lo scorfano po’ rivelarsi un animale assolutamente pericoloso. Partiamo però dal presupposto che questo animale non è assolutamente un predatore e che, anzi, ogni contatto è puramente accidentale.
In ogni caso questo “simpatico” pesce è ricoperto completamente da aculei profondamente velenosi.

La tossina che contengono infatti è potentissima e nelle persone allergiche può portare ad uno shock anafilattico. Alcuni esemplari tropicali inoltre sono stati protagonisti di punture mortali.

Murena

La murena è con ogni probabilità il miglior predatore dei nostri mari, tanto che risulta pericolosa anche per l’uomo. Essa è definibile come un grosso serpente con la testa bombata il quale presenta diverse armi molto pericolose.
Solitamente non attacca l’uomo per cibarsi ma può capitare che scambi una gamba o un braccio per un succulento pesce.

La doppia fila di denti seghettati rappresentano un pericolo costante anche per l’essere umano in quanto sono in grado di infliggere ferite molto profonde. In più la dentatura è orientata verso l’interno caratteristica che rende questi animali difficilmente staccabili una volta che mordono.
Insomma uno degli animali marini da evitare assolutamente se si tiene alla propria salute.

Spinarolo

Uno squalo non poteva assolutamente mancare in quello che è l’elenco degli animali marini da evitare. Lo spinarolo seppur appaia molto più piccolo e meno pericoloso rispetto ai suoi cugini non è assolutamente da sottovalutare.
Molto comune nel Mar Mediterraneo sia al largo che vicino la costa, questo piccolo squalotto può raggiungere il metro e mezzo di lunghezza e ha un carattere non particolarmente aggressivo pronto però alla reazione se provocato.

Oltre ai denti i quali rappresentano sempre un pericolo questo squalo presenta delle ghiandole velenifere le quali iniettano una tossina che può provocare forti reazioni allergiche. Meglio fare attenzione.

Coralli

Infine chiudiamo questa lista degli animali marini da evitare con degli invertebrati. I coralli infatti non sono predatori o animali come quelli visti fino a questo momento ma rappresentano comunque un pericolo non da poco per gli sprovveduti. Nonostante presentino una struttura invidiabile e un aspetto estetico davvero gradevole, questi nascondono un arma molto potente.

Quasi tutti i coralli infatti sono urticanti e possono provocare oltre che prurito e irritazione anche shick anafilattici nei casi più gravi. Di sicuro il più pericoloso di tutti è il corallo di fuoco molto comune nelle barriere coralline e nel Mar Rosso.
Questo in pratica provoca gli stessi sintomi di una ustione con conseguenze anche molto gravi. Nello specifico un gran bruciore nell’immediato seguito da un eritema. Importantissimo pertanto evitare di toccarlo in alcun modo o comunque prima di entrare in contatto con qualsiasi tipo di corallo verificare la sua natura grazie all’aiuto di un esperto.